mg inside trend design scale perfette con rendering 3d e vr

Trend design, la scelta delle scale perfette attraverso il rendering 3D e la Virtual Reality

Come le nuove tecnologie digitali stanno rivoluzionando il design personalizzato delle scale per interni: la realtà virtuale ci pone al centro del progetto e ci consente di valutarlo in modo innovativo e funzionale

Negli ultimi anni l’affermarsi delle tecnologie immersive di riproduzione digitale ha modificato radicalmente il modo in cui ci si approccia alla progettazione delle scale. In particolare rendering 3d e Virtual Reality danno la possibilità, già in fase di scelta e progettazione, di farsi un’idea molto precisa di come apparirà la scala una volta finita e installata.

Rispetto alle riproduzioni tradizionali, a due dimensioni, questi procedimenti rendono possibile vivere un’esperienza estremamente realistica dello spazio abitativo ridefinito dal nuovo progetto. Ciò permette al cliente di valutare al meglio le proprie scelte prima di renderle effettive, al progettista di intervenire nel modo più efficace per le modifiche necessarie.

Ma vediamo con più precisione come si svolge questo procedimento nelle sue diverse fasi: rilievi con tecnologia laser, progettazione e rendering 3d attraverso software specifici, impiego di Visori e tecnologia VR.

Rilievi tridimensionali con tecnologia laser

Il primo passo verso la riproduzione di uno spazio tridimensionale è rappresentato da un rilevamento effettuato con uno scanner laser. Questo tipo di dispositivo, accuratamente diretto da un tecnico specializzato, è in grado di registrare con estrema precisione le misure e le dimensioni dell’ambiente all’interno del quale viene posizionato. Queste vengono poi messe in relazione tra loro e sintetizzate in un prospetto che, grazie all’utilizzo di software specifici, rende possibile riprodurre in maniera fedele la struttura dello spazio rilevato e ottenere una sua esatta copia virtuale.

Elaborazione con software di progettazione e rendering 3d

La  copia virtuale ottenuta può essere utilizzata per configurare con precisione lo spazio in cui il nuovo progetto dovrà essere inserito e può quindi essere impiegata per una progettazione scrupolosa e puntuale della nuova scala. Grazie all’uso di particolari software 3D i progettisti sono infatti in grado di rappresentare la nuova scala in tutti i suoi particolari e in  piena aderenza allo spazio che la accoglierà

Queste rappresentazioni sono utili al progettista per verificare diversi aspetti della nuova scala, come l’impatto visivo della forma e dei diversi materiali o il grado di illuminazione nelle differenti zone. Queste riproduzioni, rese ancora più realistiche grazie all’utilizzo di software per il rendering 3D e l’animazione, possono poi essere proposte al committente che può farsi un’idea del risultato finale e proporre eventuali modifiche in base alle sue preferenze.

La produzione di rendering fotorealistici nelle prime fasi della progettazione può inoltre permettere al cliente di visualizzare diverse proposte stilistiche e di indirizzare lo sviluppo del disegno fin dall’inizio.

Elaborazione con software di progettazione e rendering 3d

La  copia virtuale ottenuta può essere utilizzata per configurare con precisione lo spazio in cui il nuovo progetto dovrà essere inserito e può quindi essere impiegata per una progettazione scrupolosa e puntuale della nuova scala. Grazie all’uso di particolari software 3D i progettisti sono infatti in grado di rappresentare la nuova scala in tutti i suoi particolari e in  piena aderenza allo spazio che la accoglierà

Queste rappresentazioni sono utili al progettista per verificare diversi aspetti della nuova scala, come l’impatto visivo della forma e dei diversi materiali o il grado di illuminazione nelle differenti zone. Queste riproduzioni, rese ancora più realistiche grazie all’utilizzo di software per il rendering 3D e l’animazione, possono poi essere proposte al committente che può farsi un’idea del risultato finale e proporre eventuali modifiche in base alle sue preferenze.

La produzione di rendering fotorealistici nelle prime fasi della progettazione può inoltre permettere al cliente di visualizzare diverse proposte stilistiche e di indirizzare lo sviluppo del disegno fin dall’inizio.

Virtual Reality: immergersi nel progetto

Con l’uso di supporti visivi tradizionali non è tuttavia possibile aggirare le distorsioni prospettiche proprie della rappresentazione a due dimensioni. La tecnologia VR, grazie all’utilizzo dei visori di ultima  generazione, permette invece di immergersi completamente nell’ambiente riprodotto, muovendosi al suo interno, con una percezione spaziale a 360 gradi. In questo modo si possono percepire proporzioni e dimensioni in maniera del tutto realistica.

Questi  visori sono costituiti da piccoli schermi montati all’interno di strutture da indossare che ricordano un casco o dei grossi occhiali. Gli schermi, che in questo modo sono sufficientemente vicini agli occhi, abbracciano quasi tutto il campo visivo mentre le pareti laterali formano una maschera che lo mantiene completamente isolato dall’esterno. In questo modo si ha la sensazione che le immagini proposte non provengano da uno schermo ma da una realtà che si trovi effettivamente davanti ai nostri occhi.  Questa sensazione è resa ancor più realistica dal fatto che questi visori sono muniti di giroscopi e accelerometri in grado di registrare il movimento di chi li indossa. In questo modo basta voltare la testa e lo sguardo verso ogni punto desiderato perché l’immagine all’interno del visore segua in tempo reale questo movimento e riproduca con precisione ciò che il modello virtuale presenta in quello stesso punto. I visori possono poi essere utilizzati insieme a diversi tipi di controller che aiutano a simulare il movimento all’interno dello spazio riprodotto e permettono di interagire con esso. Anche gli Smartphone più recenti possono essere utilizzati come schermi per questo tipo di esperienza se montati in appositi sostegni.

L’esperienza di chi indossa il visore risulta quindi incredibilmente realistica e fluida. Una completa immersione nell’area del progetto che permette a chi guarda di visualizzare in maniera estremamente concreta ciò che verrà effettivamente realizzato.

Ciò è molto utile sia per il progettista che può limare con precisione i particolari della struttura che sta componendo. Sia per il committente che, ben prima della realizzazione finale, può fornire valide indicazioni ai progettisti, in modo da ottenere le scale perfette per le sue esigenze e i suoi desideri.

Scarica la versione pdf dell’articolo

TREND DESIGN, LA SCELTA DELLE SCALE PERFETTE ATTRAVERSO IL RENDERING 3D E LA VIRTUAL REALITY

Scarica la versione pdf dell’articolo

TREND DESIGN, LA SCELTA DELLE SCALE PERFETTE ATTRAVERSO IL RENDERING 3D E LA VIRTUAL REALITY